Fumigazione per purificazione
  • Fumigazione per purificazione

Fumigazione per purificazione 30 g.

6,90 €

Barattolino in vetro con tappo in sughero contenente 30 grammi di incenso puro.

Vengono allegate le Istruzioni per realizzare una corretta fumigazione del tempio.

Quantità

FUMIGAZIONI RITUALI NEI TRE GRADI DELLA MASSONERIA AZZURRA.

Necessario:
                       un bruciaincenso o un piattino in vetro o ceramica
                       sale grosso
                       il preparato di incensi combinati per il grado
                       un carboncino
                       una pinzetta
Procedimento:
                       poni uno strato di sale grosso sul piattino
                       con la pinzetta prendi il carboncino ed accendilo, deve essere molto incandescente
                       posa il carboncino sul sale e attendi che il carboncino sia tutto grigio, anche la parte centrale
                       metti due o tre grani di incenso al centro del carboncino (utilizza il mix del grado)
                       procedi alla fumigazione statica o dinamica del tempio

Significato Alchemico e Rituale degli ingredienti, degli incensi e delle resine.
                       
Il Sale dal punto di vista alchemico rappresenta il sostrato materiale. Simboleggia la fissità e la permanenza della terra in quanto elemento di equilibrio, stabilizzatore armonico tra Sole e Luna.

In I Grado: dobbiamo vivificare il piano razionale-intellettivo; pertanto il preparato è composto da una resina di Aria o Mercuriale e, quindi il mastice nelle dovute proporzioni.

In II Grado: dobbiamo vivificare il piano animico-emozionale; pertanto il preparato è composto da una resina di Acqua o Lunare e quindi la Mirra nelle dovute proporzioni.

In III Grado: dobbiamo vivificare il piano spirituale-intuitivo; pertanto il preparato è composto da una resina di Terra o Satumiana e, quindi lo storace nelle dovute proporzioni.

Nelle Iniziazioni infine, dobbiamo vivificare la spiritualità e il carattere igneo, positivo della nostra Istituzione; pertanto il preparato è composto da una  resina di fuoco e Gioviana come il Benzoino del Siam.

Cenni sulla fumigazione del Tempio Massonico.
[Profumo vuol dire "che serve per produrre fumo" e tutte le grandi tradizioni nei loro aspetti iniziatici e religiosi ("religio" significa legare, unire di nuovo "terra e cielo", cioè materia e spirito) parlano di sacrifici col fuoco, di fumigazioni compiute mediante elementi del mondo animale e poi del mondo vegetale. Ci sono state così tramandate distinzioni analogiche classiche, in base alle quali: alle energie ctoniche, materiali dell’elemento Terra si dedicano fuochi fatti con radici; a quelle animiche ed emozionali dell’elemento Acqua si dedicano fuochi di germogli e di fiori; a quelle spirituali dell'elemento Aria, fuochi di foglie; a quelle "divine" e solari dell'Elemento Fuoco si dedica infine il fuoco in cui brucia la resina, cioè la linfa, il sangue delle piante.
I profumi dei Lavori muratori sono esclusivamente resine da bruciare su carboncini in recipienti di vetro, ceramica o terracotta (quest'ultima, ci ricorda l'Uomo di argilla "cotto" nel forno detto "athanor" analogicamente legato al Tempio). Le resine, lungi dal farci rievocare atmosfere da parrocchie, sinagoghe, templi devozionali o cimiteri, devono essere considerate come agevolanti il conseguimento di particolari stati di coscienza:
razionale in I Grado, animico-emozionale in II Grado, spirituale-mentale in III Grado.
Prima dell’inizio dei Lavori, il M. Ven. indica al M. delle Cerim. la miscela delle resine, a prevalente base di incenso puro (tipo "plibanum", legato all'elemento Fuoco e al Sole), da utilizzare nei vari Gradi e per specifiche cerimonie.”] by www.oggettomassonico.com

Nuovo prodotto
5 Articoli

Riferimenti Specifici

FUMIGAZIONI RITUALI NEI TRE GRADI DELLA MASSONERIA AZZURRA.

Necessario:
                       un bruciaincenso o un piattino in vetro o ceramica
                       sale grosso
                       il preparato di incensi combinati per il grado
                       un carboncino
                       una pinzetta
Procedimento:
                       poni uno strato di sale grosso sul piattino
                       con la pinzetta prendi il carboncino ed accendilo, deve essere molto incandescente
                       posa il carboncino sul sale e attendi che il carboncino sia tutto grigio, anche la parte centrale
                       metti due o tre grani di incenso al centro del carboncino (utilizza il mix del grado)
                       procedi alla fumigazione statica o dinamica del tempio

Significato Alchemico e Rituale degli ingredienti, degli incensi e delle resine.
                       
Il Sale dal punto di vista alchemico rappresenta il sostrato materiale. Simboleggia la fissità e la permanenza della terra in quanto elemento di equilibrio, stabilizzatore armonico tra Sole e Luna.

In I Grado: dobbiamo vivificare il piano razionale-intellettivo; pertanto il preparato è composto da una resina di Aria o Mercuriale e, quindi il mastice nelle dovute proporzioni.

In II Grado: dobbiamo vivificare il piano animico-emozionale; pertanto il preparato è composto da una resina di Acqua o Lunare e quindi la Mirra nelle dovute proporzioni.

In III Grado: dobbiamo vivificare il piano spirituale-intuitivo; pertanto il preparato è composto da una resina di Terra o Satumiana e, quindi lo storace nelle dovute proporzioni.

Nelle Iniziazioni infine, dobbiamo vivificare la spiritualità e il carattere igneo, positivo della nostra Istituzione; pertanto il preparato è composto da una  resina di fuoco e Gioviana come il Benzoino del Siam.

Cenni sulla fumigazione del Tempio Massonico.
[Profumo vuol dire "che serve per produrre fumo" e tutte le grandi tradizioni nei loro aspetti iniziatici e religiosi ("religio" significa legare, unire di nuovo "terra e cielo", cioè materia e spirito) parlano di sacrifici col fuoco, di fumigazioni compiute mediante elementi del mondo animale e poi del mondo vegetale. Ci sono state così tramandate distinzioni analogiche classiche, in base alle quali: alle energie ctoniche, materiali dell’elemento Terra si dedicano fuochi fatti con radici; a quelle animiche ed emozionali dell’elemento Acqua si dedicano fuochi di germogli e di fiori; a quelle spirituali dell'elemento Aria, fuochi di foglie; a quelle "divine" e solari dell'Elemento Fuoco si dedica infine il fuoco in cui brucia la resina, cioè la linfa, il sangue delle piante.
I profumi dei Lavori muratori sono esclusivamente resine da bruciare su carboncini in recipienti di vetro, ceramica o terracotta (quest'ultima, ci ricorda l'Uomo di argilla "cotto" nel forno detto "athanor" analogicamente legato al Tempio). Le resine, lungi dal farci rievocare atmosfere da parrocchie, sinagoghe, templi devozionali o cimiteri, devono essere considerate come agevolanti il conseguimento di particolari stati di coscienza:
razionale in I Grado, animico-emozionale in II Grado, spirituale-mentale in III Grado.
Prima dell’inizio dei Lavori, il M. Ven. indica al M. delle Cerim. la miscela delle resine, a prevalente base di incenso puro (tipo "plibanum", legato all'elemento Fuoco e al Sole), da utilizzare nei vari Gradi e per specifiche cerimonie.”] by www.oggettomassonico.com